Welcome to !

 Gabriele Paolini
- Paolini senza censure
- La Sessualità
    Paoliniana

- La famiglia
- Stelle in cielo
- Gli amici
- Dicono di lui

 Rubriche
- Gli scoop
- Le querele ricevute
- Le querele presentate
- La Lista Nera di Paolini
- Immagini Artistiche Paoliniane
- Fans e Fan Club

 Le battaglie

- Gli inquinamenti
- I nemici storici
- Rassegna stampa
- I numeri


Torino – 29/05/2004 – Paolini bloccato dalla polizia!!!




Umberto AgnelliIncredibile, ma vero. Le forze dell’ordine di Torino hanno deciso di fermare con tutti i mezzi il Profeta del condom, per impedirgli di manifestare il suo pensiero.


Ma cosa è avvenuto esattamente nel capoluogo piemontese? Andiamo per ordine.
Stamattina, durante due collegamenti (uno del Tg2 e uno del Tg5) avvenuti di fronte alla camera ardente di Torino, che ospitava la salma di Umberto Agnelli, Gabriele Paolini ha inquinato i rispettivi inviati, urlando le sue ormai abituali frasi contro Ciampi. E le reazioni, che ci sono sempre, questa volta hanno superato ogni limite. Infatti, il direttore del Tg5 Enrico Mentana ha subito chiesto l’intervento della polizia, per evitare nuove intrusioni alle edizioni seguenti del suo telegiornale. Ancora più grave quello che è avvenuto con l’inviato del Tg2, che si è sentito libero di picchiare il profeta, sostenendo di essere legittimato dalle urla che avevano disturbato il suo servizio.

Qualcuno penserà che queste azioni non siano rispettose del grave lutto che sta vivendo la famiglia dello scomparso presidente della Fiat. Invece, è stata proprio Susanna Agnelli a baciare calorosamente Paolini e a prendere da lui un mazzo di fiori, quando quest’ultimo era entrato nella camera ardente come un semplice cittadino per omaggiare la memoria del defunto.

Subito dopo questi due interventi, il presenzialista aveva deciso di abbandonare il campo. Ma successivamente, all’ora di pranzo, ha provato ancora una volta ad intervenire durante il Tg2. In questa occasione, tuttavia, due poliziotti gli hanno prima chiesto i documenti e poi lo hanno accompagnato in questura, senza però comunicargli quali accuse sarebbero state mosse nei suoi confronti.

E il funzionario della questura, oltre a tenerlo bloccato negli uffici senza una valida ragione, non si è neanche sentito in dovere di intervenire nei confronti dell’inviato del Tg2, reo dell’aggressione che vi abbiamo esposto sopra. Per queste ragioni, gli avvocati di Paolini stanno già presentando una querela nei confronti del funzionario, che dovrà presto rispondere del suo comportamento. Intanto, poco fa il profeta si è sentito male ed è stato accompagnato in ospedale. Vi terremo informati…









A cura di Gon

Copyright © byIl sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condomTutti i diritti riservati.

Pubblicato su: 2004-05-29 (12537 letture)

[ Indietro ]




Il sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condom
Gabriele Paolini (c)
Generazione pagina: 0.047 Secondi