Welcome to !

 Gabriele Paolini
- Paolini senza censure
- La Sessualità
    Paoliniana

- La famiglia
- Stelle in cielo
- Gli amici
- Dicono di lui

 Rubriche
- Gli scoop
- Le querele ricevute
- Le querele presentate
- La Lista Nera di Paolini
- Immagini Artistiche Paoliniane
- Fans e Fan Club

 Le battaglie

- Gli inquinamenti
- I nemici storici
- Rassegna stampa
- I numeri


GABRIELE PAOLINI, L’ARLECCHINO DELLA TV, HA DECISO DI RENDERE PUBBLICA LA CLAMOROSA VICENDA DEL SIGNOR VINCENZO CASELLA, VITTIMA DI UNA GRAVISSIMA INGIUSTIZIA!!!.







Ogni mese ricevo centinaia e centinaia di email. C’e’ gente che mi elogia e ci sono persone che mi criticano. Tutto questo e’ normale quando si e’ un personaggio pubblico molto noto. Sono tantissimi anche i cittadini che mi chiedono un aiuto. Chi cerca un lavoro, chi vuole entrare a tutti costi nel mondo dello spettacolo e chi ha subito un torto e vuole ottenere giustizia. Ci vuole molta pazienza e tempo per rispondere ed accontentare tutti. E’ ovvio che non posso soddisfare ogni richiesta d’aiuto che mi giunge!!!.

Tra le numerosissime email che mi sono state inviate, mi ha colpito, in particolare, una videnda ed ho deciso di renderla pubblica sul mio sito internet www.gabrielepaolini.com





Il protagonista della storia e’ il Signor VINCENZO CASELLA, nato e residente ad AULETTA il 15 novembre 1960. Il Signor Casella e’ vittima di una gravissima ingiustizia!!!. Qui di seguito vi racconto, in sintesi, la sua clamorosa vicenda!!!.





Il 22 settembre 2011 il Signor Casella ha depositato, presso la Procura della Repubblica di Sala Consilina (Via de Marsico – telefono: 0975/2703311 – 0975/2703308 – 0975/2703312), in provincia di Salerno, in Campania, una querela contro le Amministrazioni comunali di Auletta (telefono del Comune: 0975/392256), in provincia di Salerno.

A spingere il Signor Casella a proporre tale querela, all’attenzione del Tribunale di Sala Consilina, e’ stata una delibera del Consiglio Comunale di Auletta, attraverso la quale una parte di una sua proprieta’ terriera, veniva ceduta alla Parrocchia di San Nicola di Mira di Auletta (Largo Cappelli 1 – telefono: 0975/392199), mediante la realizzazione di opere edilizie, quali rampe, muri e cancelli, impedendo in questo modo allo stesso Casella di accedere ai propri fondi.

Da sottolineare che in data 25 maggio 2000 il Signor Casella chiedeva al Comune di Auletta, mediante richiesta assunta al protocollo n.3534, il passaggio per accedere alla sua proprieta’ terriera, attraversando il suolo comunale identificato nella particella n. 332. La medesima richiesta il Signor Casella l’ha presentata, sempre all’attenzione del Comune di Auletta, in data 31 maggio 2011 (protocollo n. 3236).

Inoltre lo stesso Casella, piu’ volte, dal 2000 ad oggi, faceva presente, alle varie amministrazioni comunali, che era disponibile al pagamento di un’eventuale canone di concessione, a condizione che gli si permetteva l’accesso al fondo.

Ad oggi, pero’, il Signor Casella non ha mai avuto risposte, da parte del Comune di Auletta, che potessero tranquillizzarlo.

Il Signor Casella sottolinea ancora, nella sua querela, che un bene demaniale non puo’ essere ceduto o concesso, se con la cessione o con la concessione, fatta ad un singolo, sia esso persona fisica o giuridica, si provochi danno ad altri cittadini.



Il signor Vincenzo Casella e’ felicemente sposato con la signora Luciana Lamattina: i due hanno due figli, uno di 17 ed uno di 8 anni.



Tutta la vicenda del Signor Casella nasce nel lontano 1997, quando Vincenzo acquisto’, dai suoi parenti, due particelle di 50 centiare. A queste due particelle, sopracitate, il signor Vincenzo unii altre 50 centiare. Al momento dell’atto notarile il notaio sottolineo’ che il costo dell’operazione era decisamente salato, in quanto l’area che interessava i terreni del Casella era zona B e quindi edificabile. Dopo l’atto notarile Vincenzo si rivolse ad un ingegnere per sviluppare, insieme a lui, un progetto al fine di realizzare un locale commerciale. Il Comune approvo’ tale progetto. Successivamente il signor Casella venne a sapere dallo stesso suo ingegnere che il prete di Auletta stava cercando, da tempo, un locale per la sua automobile. Dunque, con il suo consenso, Vincenzo propose al prete l’acquisto dei suoi tre apprezzamenti, per un ammontare di 15.000,00 euro.

C’e’ da precisare ancora che a fianco delle proprieta’ del signor Casella c’era un terreno, in possesso del Comune. Il prete venne a sapere, dallo stesso Vincenzo, dell’esistenza di quel terreno, di proprieta’ del Comune. Dopo non molto il signor Casella seppe che il Sindaco di Auletta aveva donato quel famoso terreno al prete. E successivamente, a Vincenzo, sono state occluse le sue proprieta’, senza tener conto di tutti i suoi documenti protocollati!!!.



Ovviamente tutti i diretti interessati, sia il Sindaco di Auletta che il prete, hanno la possibilita’ di replicare, in merito a questi fatti, sopracitati, sullo stesso sito www.gabrielepaolini.com



Se ci saranno novita’, in merito a questa intricata vicenda, il tutto ovviamente verra’ reso pubblico sul medesimo sito www.gabrielepaolini.com





GABRIELE PAOLINI, L’ARLECCHINO DELLA TV.









Copyright © byIl sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condomTutti i diritti riservati.

Pubblicato su: 2012-03-15 (1527 letture)

[ Indietro ]




Il sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condom
Gabriele Paolini (c)
Generazione pagina: 0.044 Secondi