Welcome to !

 Gabriele Paolini
- Paolini senza censure
- La Sessualità
    Paoliniana

- La famiglia
- Stelle in cielo
- Gli amici
- Dicono di lui

 Rubriche
- Gli scoop
- Le querele ricevute
- Le querele presentate
- La Lista Nera di Paolini
- Immagini Artistiche Paoliniane
- Fans e Fan Club

 Le battaglie

- Gli inquinamenti
- I nemici storici
- Rassegna stampa
- I numeri


Roma – 24/04/2004 – Paolini cacciato da una chiesa




Giovanni Paolo IIPer la prima volta in otto anni di attività, il profeta del condom è stato allontanato brutalmente da un luogo sacro. Inoltre, è stato pesantemente offeso da un uomo di Dio (o presunto tale).


Ieri, verso le 16.20, mentre Paolini passeggiava tranquillamente dalle parti di Piazzale Flaminio, una coppia di turisti settentrionali lo ha offeso, dicendogli “Sei un pirla” e “Vai a cacare”. Scosso da queste frasi, il presenzialista ha prima chiesto le scuse da parte dei due e poi, vedendo che questo non sarebbe avvenuto, ha minacciato di denunciarli. La coppia ha cercato allora di allontanarsi, ma il segugio Paolini non ha mollato la preda, arrivando ad entrare nella chiesa di S. Maria del Popolo (al numero 12 della Piazza), dove i due si erano rifugiati.
Dopo circa trenta minuti in attesa all’interno dell’edificio sacro, è avvenuto il fattaccio. Il parroco (di cui vi forniremo le generalità al più presto), dopo aver notato gli strani movimenti del Profeta, gli si è avvicinato e lo ha criticato, sostenendo che “sarebbe stato più appropriato fare questi spettacoli in televisione e non in chiesa”. Nonostante le spiegazioni di Paolini, che ha rivelato le ragioni della sua presenza, il sacerdote non ha cambiato atteggiamento e anzi ha rincarato la dose, dicendogli “Sei completamente pazzo, esci da qui, sporco omosessuale”. A quel punto, Paolini ha risposto alle offese e il parroco lo ha accompagnato con veemenza all’uscita dell’edificio.

Subito dopo, sentendo le urla del presenzialista, sia il sacerdote sia la coppia in questione sono usciti e lo strano quartetto si è avvicinato alla stazione mobile dei carabinieri a Piazza del Popolo. Sono intervenuti allora sette ufficiali dell’Arma per cercare di calmare le acque. I carabinieri hanno verbalizzato le diverse versioni dei fatti dei quattro protagonisti della vicenda e hanno atteso l’arrivo del comandante della vicina stazione di S. Lorenzo, che, con grande professionalità e pazienza, ha risolto la vicenda accompagnando la coppia, sprovvista di documenti, in albergo con la vettura di servizio.

Joaquin Navarro Valls La giornata si è conclusa alle 17.05 con l’ingresso di Paolini e di due carabinieri in divisa dentro la chiesa, per identificare il supertestimone della vicenda, un giovane obiettore di coscienza addetto alla sorveglianza dell’edificio. “Dopo questi fatti, nella giornata di oggi mi sono sentito in dovere di comunicare quello che era avvenuto, prima di renderlo pubblico sul sito, sia all’ufficio stampa del Vaticano, che all’ufficio stampa del Vicariato di Roma”, ci ha detto Paolini. “Il mio intento è di far arrivare la notizia sia al portavoce del Santo Padre, Navarro Valls, che al Pontefice stesso, con la speranza che possano prendere i dovuti provvedimenti nei confronti del parroco. Posso già dire che la notizia verrà comunque data in esclusiva alla France Press”.









A cura di Gon

Copyright © byIl sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condomTutti i diritti riservati.

Pubblicato su: 2004-04-24 (6863 letture)

[ Indietro ]




Il sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condom
Gabriele Paolini (c)
Generazione pagina: 0.050 Secondi