Welcome to !

 Gabriele Paolini
- Paolini senza censure
- La Sessualità
    Paoliniana

- La famiglia
- Stelle in cielo
- Gli amici
- Dicono di lui

 Rubriche
- Gli scoop
- Le querele ricevute
- Le querele presentate
- La Lista Nera di Paolini
- Immagini Artistiche Paoliniane
- Fans e Fan Club

 Le battaglie

- Gli inquinamenti
- I nemici storici
- Rassegna stampa
- I numeri


PROCESSO GABRIELE PAOLINI CONTRO ROBERT BERNOCCHI (QUINTA PARTE).







PAGINA 55





MARTEDI’ 8 GIUGNO 2010, alle ore 10.55 (da precisare che l’udienza era stata fissata per le ore 10.30), presso l’Aula 24, del Tribunale Ordinario di Roma, è stato chiamato il tanto discusso processo ‘PAOLINI-BERNOCCHI’. Il Giudice, la Dottoressa NICCHI, nel dare inizio all’udienza, ha domandato all’ Avvocato di difucia di Paolini, LORENZO LA MARCA, se i test di difesa del birichino della TV, fossero presenti fuori dall’aula, per poter essere ascoltati. La Marca, di tutta risposta, ha sottolineato la volontà del suo assistito di rinunciare a tutti i suoi test, ovvero il Signor PIERO BERNOCCHI, Portavoce dei “COBAS” e padre di ROBERT BERNOCCHI, RITA VITALI ROSATI, insegnante di Storia dell’Arte, in pensione ed il Signor VINCENT LO PALO, ideatore e responsabile del sito internet www.paolinihard.com (portale che Vincent Lo Palo, dedicò, tra il 2005 ed il 2007, al birichino della TV). Da precisare che i 3 sopracitati test, non erano presenti fuori dall’Aula, in quanto l’Avvocato La Marca, essendo consapevole, già da tempo, della volontà del Paolini, non aveva neanche convocato, per l’udienza dell’8 giugno, i medesimi test. Dalle 11.00 alle 11.15, il Diabolik di Casal dè Pazzi ha preso la parola per le sue consuete dichiarazioni spontanee, nelle quali ha ribadito, ancora una volta, la sua totale estraneità ai fatti, per i quali è sotto processo ed ha,inoltre, sottolineato che anche se Robert Bernocchi, lo ha portato davanti ad un Giudice, lo stesso Robert, per lui, è stato, è e sarà la persona più importante della sua vita, dopo i suoi genitori GAETANO PAOLINI e Bice Bochicchio. Come curiosità c’è da precisare che in Aula erano presenti, tra gli altri, la Signora Bice Bochicchio, madre di Gabriele Paolini e lo stesso Robert Bernocchi, difesa dall’Avvocato di fiducia, FLAMINIA CALDANI.

Dalle 11.16 alle 11.26 il Giudice ha chiamato in Aula la Signorina TANIA CLERICUZIO, che nel processo si è costituita parte civile, insieme a Robert Bernocchi, ai danni del terrore dei giornalisti televisivi. Il Giudice Nicchi, rivolgendosi alla Signorina Clericuzio, le ha così domandato: “NELL’OTTOBRE DEL 2004, CHE RAPPORTI AVEVA CON IL SIGNOR ROBERT BERNOCCHI?”. Ecco, in sintesi, la risposta della Clericuzio: “Nell’ottobre del 2004, ero in Francia per lavoro. Già da diverso tempo, all’epoca, ero la ragazza di Robert. Tengo a precisare che dai primi di maggio 2010, per varie ragioni, ho deciso di prendere una ‘PAUSA DI RIFLESSIONE, IN MERITO ALLA MIA RELAZIONE CON LO STESSO ROBERT BERNOCCHI”.

Durante l’udienza dell’ 8 Giugno, la Signorina Clericuzio ha ribadito, tra l’altro, al Giudice ed al Pubblico Ministero, che tra il giugno 2004 ed il 2005, inoltrato, lei ed il suo fidanzato hanno subito molestie telefoniche e via citofono, ANCHE DA PARTE DI IGNOTI!!!.

Infine il Giudice Nicchi ha rinviato il processo, per la discussione e la relativa sentenza, a MARTEDI’ 19 OTTOBRE 2010, alle ore 12.00, presso l’Aula 23.









Copyright © byIl sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condomTutti i diritti riservati.

Pubblicato su: 2010-06-18 (523 letture)

[ Indietro ]




Il sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condom
Gabriele Paolini (c)
Generazione pagina: 0.049 Secondi