Welcome to !

 Gabriele Paolini
- Paolini senza censure
- La Sessualità
    Paoliniana

- La famiglia
- Stelle in cielo
- Gli amici
- Dicono di lui

 Rubriche
- Gli scoop
- Le querele ricevute
- Le querele presentate
- La Lista Nera di Paolini
- Immagini Artistiche Paoliniane
- Fans e Fan Club

 Le battaglie

- Gli inquinamenti
- I nemici storici
- Rassegna stampa
- I numeri


Roma – 25/03/2004 – Fede e Sky spaventati da Paolini




Emilio FedeIl direttore del TG4 rinuncia a malincuore ad un collegamento con il suo inviato da Palazzo Chigi. Il motivo? La temuta e ormai abituale incursione del presenzialista del condom. Ma la paura ha colpito anche Sky e ha provocato conseguenze ancora più pesanti.


Il fatto è avvenuto martedì 23 marzo, durante l’edizione delle 18.55. Tutto era pronto e i responsabili della fly avevano predisposto con pazienza, già due ore prime, sia il satellite direzionale che la struttura mobile audio video. Il solito Antonello Capurso (già colpito più volte dagli inquinamenti di Paolini) era pronto per svolgere il suo lavoro. Il profeta della televisione, per non farsi scorgere dal personale addetto al collegamento, attendeva con pazienza l’inizio del telegiornale nascosto dietro all’edicola lungo Via del Corso.
Appena l’inviato ha notato Paolini, si è staccato l’auricolare in maniera nervosa e apostrofandolo con l’ormai consueto “deficiente”, ha avvisato la regia di Milano, che ha a sua volta informato Emilio Fede della scomoda presenza. A quel punto, con una rapidità sorprendente, Capurso è entrato dentro un camioncino della R.T.I. e, dopo aver chiuso finestrino e sicura, ha aspettato che Fede si collegasse soltanto in audio. Se fino ad oggi gli inquinamenti destavano scompiglio solo al momento della diretta (infatti, in otto anni di intrusioni, soltanto altre due volte è avvenuto un fatto del genere), adesso, per evitare conseguenze imbarazzanti per loro, molti giornalisti rinunciano al lavoro dell’equipe dei tecnici e in questo modo sprecano una grande quantità di denaro.

Scelta ancora più vigliacca quella di Sky, che da quattro settimane non effettua collegamenti da Palazzo Chigi, che invece erano molto frequenti fino ad un mese fa. Infatti, da quando è nato a settembre 2003 il TG della tv satellitare, Paolini ha inquinato almeno una cinquantina di dirette tra Roma e Sanremo, fatto che non è passato inosservato ai vertici del canale televisivo. Tuttavia, all’inizio il rapporto con i giornalisti e i tecnici di Sky (a differenza di quanto capita con Rai e Mediaset) è stato sempre molto corretto e rispettoso da entrambe le parti, a tal punto che alcuni giovani inviati chiamavano parenti e amici per avvisarli che sarebbe comparso Paolini dietro di loro.
Purtroppo, un mese fa avvenne un episodio molto spiacevole, che può spiegare questo cambiamento improvviso. Mentre Paolini era impegnato a firmare autografi ad una scolaresca, alcuni di questi ragazzi, all’inizio del collegamento, decidevano di partecipare all’inquinamento, cosa che irritava profondamente il tecnico responsabile della fly. La persona in questione (che in passato aveva anche chiesto un autografo per una sua amica e aveva promesso che non avrebbe mai seguito l’esempio sgradevole dei suoi colleghi Rai e Mediaset) ha testualmente detto ad uno di questi dodicenni: “Paolini è completamente pazzo, almeno voi vi prego…”. Dopo aver notato che il presenzialista aveva ascoltato le sue parole, il tecnico ha cercato goffamente di fare dietrofront, sostenendo che ci fosse stato un equivoco. A quel punto Paolini, offeso dalle parole pronunciate, durante la diretta ha urlato frasi contro Sky, che devono quindi aver provocato la reazione che conosciamo. Proprio questa mattina (25 marzo) è stata depositata dagli avvocati Kornmüller e La Marca una denuncia per ingiurie e diffamazione relativamente a questo fatto.









Copyright © byIl sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condomTutti i diritti riservati.

Pubblicato su: 2004-03-25 (18051 letture)

[ Indietro ]




Il sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condom
Gabriele Paolini (c)
Generazione pagina: 0.048 Secondi