Welcome to !

 Gabriele Paolini
- Paolini senza censure
- La Sessualità
    Paoliniana

- La famiglia
- Stelle in cielo
- Gli amici
- Dicono di lui

 Rubriche
- Gli scoop
- Le querele ricevute
- Le querele presentate
- La Lista Nera di Paolini
- Immagini Artistiche Paoliniane
- Fans e Fan Club

 Le battaglie

- Gli inquinamenti
- I nemici storici
- Rassegna stampa
- I numeri


Roma – 19/03/2004 – Un giornalista in lacrime




Luciano GhelfiPer la prima volta in otto anni, un inquinamento di Gabriele Paolini ha portato un inviato ad un livello di esasperazione mai visto, sfociato in un pianto isterico e in un forte tremore.


Il fatto è avvenuto in Piazza del Campidoglio, a due passi dalla statua del Marco Aurelio, in concomitanza con la manifestazione organizzata dall’Anci contro il terrorismo, che peraltro si è rivelata un totale fallimento, con una partecipazione insignificante di gente comune.
Alle 18.03, il TG2 dava la parola al giornalista Luciano Ghelfi, che si era sistemato, con l’obiettivo di evitare intrusioni paoliniane, su una piattaforma mobile che lo poneva a quattro metri da terra. Nonostante le difficoltà, il presenzialista non si lasciava sfuggire l’occasione e interferiva nella diretta con urla come “Rai bacchettona”, “Ghelfi usa il preservativo” e “Mauro Mazza paraculo”. Probabilmente confuso dalla voce di Paolini, con poca professionalità Ghelfi è rimasto per 5-6 secondi assolutamente incapace di parlare, mentre era evidente la tensione degli uomini della regia mobile in piazza.

Subito dopo il collegamento, appena sceso dall’impalcatura, l’inviato è stato colto da un malore. Pallido in volto, si è diretto contro Paolini gridandogli: “Sei un pazzo”. Intanto, alcuni tecnici Rai audio-video che si trovavano nei pressi, hanno bersagliato il presenzialista con diversi sputi (che fortunatamente non lo hanno colpito), come possono testimoniare delle immagini raccolte da un professore di matematica presente sul luogo.
In merito all’aggressione dei tecnici, Paolini ha segnato il numero di targa (CA176EF, BB976AY e 34158H) dei tre mezzi Rai che portavano le persone coinvolte.

Stamani, gli avvocati Kornmüller e La Marca hanno presentato querela per diffamazione e ingiuria nei confronti nel già menzionato Ghelfi e del direttore del TG2 Mauro Mazza.
“Il mio rammarico è di aver coinvolto in questa occasione uno dei pochi giornalisti Rai che nei miei confronti ha sempre dimostrato simpatia e pazienza”, ha detto Paolini. “Aggiungo che in tante incursioni tv, Ghelfi si è dimostrato capace di filare dritto come un treno nonostante la mia presenza, cosa che ovviamente ha reso il suo crollo di ieri ancora più sorprendente. Appena si ristabilirà, se ne avrà voglia, sarò ben felice di offrirgli una cena”, ha concluso il presenzialista.









A cura di Gon

Copyright © byIl sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condomTutti i diritti riservati.

Pubblicato su: 2004-03-19 (22402 letture)

[ Indietro ]




Il sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condom
Gabriele Paolini (c)
Generazione pagina: 0.042 Secondi