Welcome to !

 Gabriele Paolini
- Paolini senza censure
- La Sessualità
    Paoliniana

- La famiglia
- Stelle in cielo
- Gli amici
- Dicono di lui

 Rubriche
- Gli scoop
- Le querele ricevute
- Le querele presentate
- La Lista Nera di Paolini
- Immagini Artistiche Paoliniane
- Fans e Fan Club

 Le battaglie

- Gli inquinamenti
- I nemici storici
- Rassegna stampa
- I numeri


GABRIELE PAOLINI: I MIEI MITI – RIFERIMENTI…









ALBERT EINSTEIN, SIGMUND FREUD, GABRIELE D’ANNUNZIO, LA LAZIO, FEDERICO FELLINI, INGMAR BERGMAN, WOODY ALLEN, ALVARO VITALI, LA COCA COLA, IL…..DI BEI MASCHIONI, GLI SPAGHETTI ALLA CARBONARA, I MIEI ABILISSIMI AVVOCATI MASSIMILIANO KORNMULLER E LORENZO LA MARCA, LE MIE SORELLE ROSSELLA E MARINELLA PAOLINI, IL DOTT. CARMINE TORTI, SIMONA QUATRARO, LA PROFESSORESSA ANTONIETTA LA MANNA, LAMBERTO ANTONELLI, GABRIELE PALMIERI, LA….BAGNATA, FRANCESCO TOTTI, TOMMASO DE ANGELIS, LA DOTT. MICHELA BOSIO, IL MARCHETTARO PIU’ NOTO D’ITALIA, ROBERT BERNOCCHI, I MIEI GENITORI GAETANO PAOLINI E BICE BOCHICCHIO, MIA ZIA FLORA BOCHICCHIO, SILVANO BASSIGNANA, IL GIOVANISSIMO ANGELO CADUTO DAL CIELO VITTORIO DATO E SU TUTTI QUESTI, MIA SORELLA SILVIA PAOLINI.



Desidero, in particolare, soffermarmi su uno di questi miei MITI-RIFERIMENTO: SILVIA PAOLINI (una delle mie tre sorelle) SOCIOLOGA, MAESTRA FEDERALE DI TENNIS.

E’ sempre stata Silvia, il mio miglior PSICHIATRA!!!. Silvia, FRAGILE fisicamente, ‘provata’ da un TENNIS che ha sempre amato, ma che ha SCOSSO inesorabilmente il suo corpo.

Ne ho avuti tanti, tantissimi, di PSICOLOGI, PSICHIATRI, ma è LEI, la ‘mia’ SILVIA, che tra tutte le persone che ho conosciuto durante la mia intensa vita, mi ha sempre CAPITO, ha sempre INTUITO la mia SOFFERENZA INTERIORE!!!.

Bastava un suo SGUARDO, un suo RIMPROVERO, un suo SORRISO, per poter comprendere MILLE PAROLE, A ME ANCORA IGNOTE…

E’ IL MIO VERO MITO!!!.

Silvia è tutto quello che IO NON SONO, ma vorrei TANTO ESSERE. Lei è ALTRUISTA, non è AFFATTO CATTIVA, E’ BUONISSIMA, TROPPO, TROPPO, BUONA…

Per Lei l’AMICIZIA è SACRA, viene prima di tutto. Prima della sua stessa SALUTE. Ci sono state persone nella sua TRAVAGLIATA, ma, AFFASCINANTE VITA, che l’hanno fatta tanto SOFFRIRE. Ma Lei, con PROFONDO AMORE, con DOLOROSISSIME LACRIME, che non potranno mai essere ASCIUGATE DEL TUTTO, ha LENITO le sue FERITE, dando tutta se stessa, al fine di recuperare al MEGLIO IL RAPPORTO COMPROMESSO, DA CHI, MORTALMENTE, L’AVEVA MESSA A TERRA!!!.

Un grandissimo INSEGNAMENTO DI VITA, questo, che purtroppo per il mio PATOLOGICO NARCISISMO, LA MIA TERRIBILE ED INCONTENIBILE, TESTARDAGGINE ED IL MIO ORGOGLIO, NON RIESCO MOLTO SPESSO A METTERLO IN PRATICA.

Ho visto Silvia, con i miei occhi, PIANGERE, SOFFRIRE, per persone a LEI carissime, che le avevano voltato le SPALLE, improvvisamente. Ebbene verso quelle stesse persone, LEI, con SPIRITO di CARITA’, con la VOGLIA DEL PERDONO, nel vero senso del termine CRISTIANO, ha TESO le proprie BRACCIA, il proprio CUORE!!!.

Ho un ricordo, su tutti, di mia sorella.

Un giorno, mi stava insegnando ad andare in bicicletta; per me, quella è stata una delle esperienze della mia vita più tragiche, ma anche decisamente più SIGNIFICATIVE, dopo la violenza sessuale che ho subito da parte di un PRETE-AMICO, che poi, con mio ORRORE, si è dimostrato essere il mio ‘CARNEFICE’.

Silvia mi stava seguendo di corsa, tenendo la sua mano destra, sulla mia spalla sinistra; ad un certo punto ha tolto la sua mano e mi ha detto di continuare a pedalare. Ero terrorizzato, Silvia non era più vicino a me, a proteggermi.

Sono caduto dalla bici, mi sono ferito, al ginocchio destro ed ho pianto a lungo per il dolore… Ancor oggi ho la ‘fotografia’ dell’episodio.

Qual’è il significato di quella vicenda???.

Forse, mai lo saprò veramente.

Quello che so per certo, che Silvia è stata, è e sarà, per sempre, dentro il cuore, nei miei capelli, nelle mie unghie…

Di tutta la mia splendida, ma ogni tanto, ‘PUNTIGLIOSA’ famiglia, Lei, SILVIA, è la persona più vicina a me…

Che pazienza, che pazienza…, ha sempre dimostrato di avere!!!.

Quella volta che, per GELOSIA, le SQUARCIAI, con una forbice, un PALLONE DI CUOIO, che aveva ricevuto in regalo; ci teneva tanto ed io feci quel gesto con una spiccata CATTIVERIA!!!. Quella volta che in piena notte, le VERSAI un BICCHIERE di ACQUA GELATA dentro il suo pigiama, sulla schiena; per qualche secondo le MANCO’ il respiro. Che TESTA DI QUIZ…, CHE FUI!!!…

Quella volta che le diedi una spinta sulla spalla, poco dopo una delicata operazione che aveva avuto. Camminava con SOFFERENZA e FATICA, con il SUO TUTORE alla GAMBA, che l’ha fatta TANTO PENARE!!!.

Quella volta che riempii il terrazzo di casa dei nostri genitori, con RANOCCHIE GIGANTI, che la SPAVENTARONO TERRIBILMENTE; una di queste, gliela misi nel letto e l’ha tolsi solo la mattina presto, quando SILVIA lasciò il suo letto, per andare in bagno (quest’ultimo episodio, Silvia, l’ho apprende solo oggi).

Quella volta che la feci soffrire tanto, tantissimo, non andando al pranzo di famiglia, quando la si festeggiò per la LAUREA IN SOCIOLOGIA, DA LEI OTTENUTA, CON STRAORDINARIO IMPEGNO (non andai a quel pranzo, perché, all’epoca, indossavo sempre, 24 ORE SU 24, la mia storica ‘collana di preservativi’ e, quel CELEBRE E DISCUSSO GADGET, dai miei genitori e da quasi tutti i miei parenti, non VENIVA PROPRIO DIGERITO, PER CHIARA IPOCRISIA!!!).

Con tutto ciò, nel BENE E NEL MALE, a SILVIA ho sempre dimostrato il mio GRANDE AMORE, INDISCUTIBILE. E LEI, CON ALTRETTANTO AMORE, MI HA SEMPRE TESO LE SUE MANI ED IL SUO CUORE, CON TUTTO, CHE LE HO PROCURATO DELLE FERITE CHE, A TUTT’OGGI, LE FANNO ANCORA USCIRE TANTO SANGUE…LA MIA VITA, SENZA SILVIA PAOLINI, NON SAREBBE L’HA STESSA.

CON SINCERO AMORE,

L’ARTISTA GABRIELE PAOLINI

N.B.: SCRIVETE A SILVIA PAOLINI...


freewindsilvia@yahoo.it









Copyright © byIl sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condomTutti i diritti riservati.

Pubblicato su: 2006-03-06 (2963 letture)

[ Indietro ]




Il sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condom
Gabriele Paolini (c)
Generazione pagina: 0.042 Secondi