Welcome to !

 Gabriele Paolini
- Paolini senza censure
- La Sessualità
    Paoliniana

- La famiglia
- Stelle in cielo
- Gli amici
- Dicono di lui

 Rubriche
- Gli scoop
- Le querele ricevute
- Le querele presentate
- La Lista Nera di Paolini
- Immagini Artistiche Paoliniane
- Fans e Fan Club

 Le battaglie

- Gli inquinamenti
- I nemici storici
- Rassegna stampa
- I numeri


ROBERT BERNOCCHI, LA PERSONA CHE PAOLINI HA PIU' AMATO, IN TUTTA LA SUA VITA
Bernocchi parla de Il profeta del condom




Perché Gabriele Paolini ha successo? Intanto, sgomberiamo il campo da ogni dubbio. Sia che questo strano personaggio riscuota le vostre simpatie sia che invece abbiate un moto di fastidio appena lo vediate sbucare dietro al malcapitato cronista di turno, non potrete negare la sua enorme popolarità. Basta fare con lui un giro a Piazza Navona, magari in un giorno di festa come è capitato al sottoscritto, per vedere con stupore non solo decine di persone fermarlo e in questo modo bloccare il flusso, ma anche centinaia di commenti (stupiti, volgari, infastiditi, simpatici) di tutti coloro che incrociano il suo cammino. Insomma, tra tutte le reazioni che suscita Gabriele, l’indifferenza è decisamente assente.

Sebbene sia facile vedere Gabriele come un classico prodotto dei nostri tempi, ossia come un personaggio di plastica pompato grazie agli steroidi della televisione, conoscendolo posso dire che questa sarebbe una visione superficiale. Quello che lo differenzia dalle decine di star televisive e dalle migliaia di aspiranti tali (oltre, ovviamente, alla missione che si è dato) è l’incapacità di accettare compromessi. Ho visto Gabriele rifiutare decine di volte offerte molto interessanti (sia in termini di carriera che più semplicemente economici), perché questo avrebbe compromesso la battaglia che portava avanti. In un mondo in cui gli artisti “ribelli” firmano con le multinazionali e girano in Ferrari, l’esempio che ho ogni giorno da lui è decisamente lodevole.

Ma questo non sarebbe sufficiente. Se mi avessero dato un centesimo per ogni persona che mi diceva “Paolini è finito, non interessa più nessuno” (frasi che ho iniziato a sentire già nel 1998), sarei già straricco. Quello che ha permesso a Gabriele di continuare a farsi notare è sicuramente la sua grande forza di volontà e la sua costanza. Non ci sono minacce, aggressioni, denunce che tengano: con il sole o con la pioggia, Paolini è sempre pronto ad inquinare la televisione italiana. Ed è proprio questa sua indomabile regolarità, in un mondo in cui è sempre più facile gettare la spugna, che lo rendono un modello da seguire.









Copyright © byIl sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condomTutti i diritti riservati.

Pubblicato su: 2004-03-11 (77434 letture)

[ Indietro ]




Il sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condom
Gabriele Paolini (c)
Generazione pagina: 0.044 Secondi