Welcome to !

 Gabriele Paolini
- Paolini senza censure
- La Sessualità
    Paoliniana

- La famiglia
- Stelle in cielo
- Gli amici
- Dicono di lui

 Rubriche
- Gli scoop
- Le querele ricevute
- Le querele presentate
- La Lista Nera di Paolini
- Immagini Artistiche Paoliniane
- Fans e Fan Club

 Le battaglie

- Gli inquinamenti
- I nemici storici
- Rassegna stampa
- I numeri


RIVODORA (BALDISSERO TORINESE) - DON GIOVANNI BATTISTA CARIGNANO NEGA CONFESSIONE A GABRIELE PAOLINI. IL PROFETA DEL CONDOM QUERELA IL PARROCO E SCRIVE UNA LETTERA APERTA AL PAPA.





Domenica 17 luglio 2005 - ore 16.41

Rivodora, frazione di Baldissero Torinese, provincia di Torino.

La più GRANDE UMILIAZIONE che, in 9 anni di 'attività inquinatoria televisiva', Gabriele Paolini abbia mai ricevuto!!!.

Se è vero che "Il Profeta del Condom", in quel di Rivodora, paese natale di sua madre Bice Bochicchio, ne ha commesse 'di tutti i colori', riuscendo a dividere e spaccare il paese in due, tra simpatizzanti e detrattori del Diabolik di Casal dè Pazzi, ogni qual volta, a partire dal gennaio 1997, ha portato avanti un'iniziativa, pro-preservativo o in merito alle sue battaglie sociali, è altrettanto evidente che nei confronti del terrore delle dirette TV, il parroco della Chiesa 'SANTA MARIA DELLA SPINA', ubicata, in Piazzale della CHIESA (numero telefonico della Parrocchia: 011-9408868), nel paesino piemontese Baldissero Torinese, è stato profondamente RAZZISTA.

Paolini aveva, il giorno prima, sabato, 16 luglio, passato una piacevolissima giornata a Rivodora, dove presso l'Osteria dei Bricconi, aveva presentato il suo originalissimo film LA TELEVISIONE PRIMA E DOPO GABRIELE PAOLINI, "IL PROFETA DEL CONDOM". Ad accompagnare il presenzialista TV, vi era il giornalista, scrittore TOMMASO de ANGELIS, 'SCIENZIATO DELLA FORMAZIONE E COMUNICAZIONE', il quale ha presentato, il suo monumentale libro, sulla PRIVACY, frutto di un lavoro di oltre 10 anni.

Domenica 17 luglio, Gabriele si era recato a messa con de Angelis e sua zia Flora Bochicchio (sorella di sua madre), presso la deliziosa e piccola Parrocchia di Rivodora (SAN FRANCESCO DI SALES). Ad impartire la messa e la comunione, vi era appunto il sopracitato parroco DON GIANNI, così chiamato amichevolmente dai parrocchiani, responsabile della Chiesa di Baldissero Torinese, ma spesso impegnato a celebrare messa anche nella chiesetta di Rivodora.

Il rompiscatole TV, ha fatto la COMUNIONE ed intorno alle 16.39, ha cercato il parroco DON GIANNI, che in quel momento era nei pressi della Chiesa di Rivodora, con alcuni fedeli e gli ha chiesto se avesse potuto conferire con LUI. Allora Don Gianni ha invitato Paolini ad allontanarsi dagli altri fedeli, per poter parlare più discretamente. Cosa che Il Profeta del Condom, ha fatto. A quel punto il birichino delle dirette TV ha richiesto con molta umiltà di poter essere CONFESSATO ricevendo tale risposta da DON GIANNI: "PER QUELLO CHE FAI IN TV E NELLA TUA VITA PRIVATA SESSUALE, CHE VAI A SBANDIERARE OVUNQUE, NON SEI ALTRO CHE MALATO, DEPRAVATO, DIAVOLO TENTATORE. NON TI VOGLIO CONFESSARE".

Così, molto scocciato ed umiliato da quel trattamento, Gabriele, ha chiamato i suoi Legali ed una volta ritornato a Roma, lunedì 18 luglio, ha fatto mente locale sull'accaduto!!!.

Proprio stamane, 19 luglio, Paolini ha presentato, alla Procura della Repubblica, presso il Tribunale di Roma, attraverso i suoi legali, Massimiliano Kornmuller e Lorenzo La Marca, una querela nei confronti del parroco di Baldissero, per INGIURIA, OMISSIONE, ABUSO D'UFFICIO.

Inoltre visto che si tratta di una VICENDA SENZA PRECEDENTI, di GRAVISSIMO RAZZISMO, 'Il Profeta del Condom', sempre oggi 19 luglio, ha immediatamente contattato, per informare dell'accaduto, l'Ufficio STAMPA del VATICANO (Paolini ha parlato, alle ore 10.25, con il Signore ENRICO, in assenza del Responsabile della Sala Stampa, NAVARRO VALLS e del VICE, PADRE CIRO), la SEGRETERIA DI STATO VATICANA (conferendo, alle 10.42 con il Signor SCOTTI) e l' ARCIDIOCESI DI TORINO (parlando, alle 10.51, con il cordialissimo VESCOVO AUSILIARE, il MONSIGNOR LANZETTI, che ha così parlato di DON GIANNI: "DON GIANNI CARIGNANO, E' UNA BRAVISSIMA PERSONA, MA OGNI TANTO GLI ESCONO DALLA BOCCA PAROLONI!!!".

Insomma il Diabolik di Casal dè Pazzi (che ha anche indirizzato una LETTERA APERTA all'attenzione del SANTO PADRE) è rimasto molto addolorato dalla vicenda e così ha precisato pubblicamente: "Ma come GIOVANNI PAOLO II ha ricevuto prostitute in Vaticano con le quali ha conferito, ha perdonato il suo attentatore AGCA. La CHIESA dovrebbe e, sottolineo, dovrebbe, essere APERTA a TUTTI!!!. E così, purtroppo non è!!!.

Se, come ci dice il DIRITTO CANONICO, un prete ha la FACOLTA' di ASSOLVERE o NON ASSOLVERE un credente, ha invece IL DOVERE DI CONFESSARE un qualsiasi cittadino che vuole aprire il proprio cuore e la propria anima!!!. DON GIOVANNI CARIGNANO DOVREBBE SEMPLICEMENTE VERGOGNARSI. Mi ha definito MALATO, DEPRAVATO, DIAVOLO TENTATORE!!!. Si vergogni, DON GIANNI, e vada subito a CONFESSARSI, certo NON CON SE STESSO, ma da un SUO COLLEGA PIU' UMANO e più DEGNO DI SERVIRE NOSTRO SIGNORE!!!".









BY l'ARTISTA GABRIELE PAOLINI

Copyright © byIl sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condomTutti i diritti riservati.

Pubblicato su: 2005-07-19 (4864 letture)

[ Indietro ]




Il sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condom
Gabriele Paolini (c)
Generazione pagina: 0.041 Secondi