Welcome to !

 Gabriele Paolini
- Paolini senza censure
- La Sessualità
    Paoliniana

- La famiglia
- Stelle in cielo
- Gli amici
- Dicono di lui

 Rubriche
- Gli scoop
- Le querele ricevute
- Le querele presentate
- La Lista Nera di Paolini
- Immagini Artistiche Paoliniane
- Fans e Fan Club

 Le battaglie

- Gli inquinamenti
- I nemici storici
- Rassegna stampa
- I numeri


Torino - 17/08/2004 - Ciclone Paolini “dentro” il Duomo




By SUPERMax


Gabriele Paolini e Don Augusto, durante la messa  a Rivodora nel 1997L’irruzione paoliniana è avvenuta alle 16.30. All’interno del Duomo vi erano solamente alcuni fedeli quando, improvvisamente, il Profeta del Condom è entrato lanciando a squarciagola i suoi famosi slogan.


Armato di megafono ha iniziato col classico: “Si al preservativo!.” Nella mano sinistra reggeva una manciata di condom. Da sottolineare poi il grembiule indossato, decorato con una rappresentazione del pene del David di Michelangelo.
Dopo tre urla è stato bloccato da due addetti alla sicurezza che in modo pacato l’hanno invitato a smettere, minacciando l’intervento delle forze dell’Ordine. A seguire l’Inquinatore c’erano i fotografi di due testate giornalistiche nazionali e un cameraman dell’emittente inglese Channel 4. I tre sono stati però allontanati subito dagli addetti alla sicurezza.

Paolini è stato invece ricevuto da Padre Nino, assistente del parroco Don Cavallo. Il prelato ha invitato il Disturbatore a seguirlo nella sacrestia dove i due hanno parlato per una mezz’ora.
A questo proposito Paolini ha raccontato: “Sono stato ricevuto con molta umanità. Padre Nino si è ricordato del mio inquinamento durante l’ostensione della Sindone nel 1998 (vedi la notizia relativa), e si è schierato contro quel mio intervento. Però ha detto di aver visto in me una grande energia buona.
Questa, a suo dire, deve però essere limata ed usata con meno violenza per non limitare la libertà degli altri. A fine colloquio ci siamo salutati con un bacio sulle guance, ha però rifiutato una foto con me.

E’ la prima volta che vengo accolto così nella più importante chiesa di una grande città. Un fatto simile mi era capitato solo in un'altra occasione a Padova.
Presso la chiesa di Sant’Antonio ricevetti un trattamento molto umano e mi lasciarono entrare anche se ero vestito da preservativo gigante. A differenza di un mese fa, quando mi spogliai completamente di fronte al duomo torinese e fui portato via dalle Forze dell’Ordine (vedi la notizia relativa), questa volta ho lasciato perdere le posizioni forti.
Sono però rimasto disgustato e preoccupato dalla totale mancanza di agenti della pubblica sicurezza a tutela di uno dei più importanti centri storici d’Italia. ”









Copyright © byIl sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condomTutti i diritti riservati.

Pubblicato su: 2004-08-17 (3469 letture)

[ Indietro ]




Il sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condom
Gabriele Paolini (c)
Generazione pagina: 0.049 Secondi