Welcome to !

 Gabriele Paolini
- Paolini senza censure
- La Sessualità
    Paoliniana

- La famiglia
- Stelle in cielo
- Gli amici
- Dicono di lui

 Rubriche
- Gli scoop
- Le querele ricevute
- Le querele presentate
- La Lista Nera di Paolini
- Immagini Artistiche Paoliniane
- Fans e Fan Club

 Le battaglie

- Gli inquinamenti
- I nemici storici
- Rassegna stampa
- I numeri


Intervista ad Alda Teodorani




Alda TeodoraniAspetto da maestrina delle elementari. Scrittura da far impallidire James Ellroy ed Edward Bunker per la violenza descritta. E' Alda Teodorani, che si descrive in questa chiacchierata...


Come hai conosciuto Paolini?
La prima volta che l'ho visto, è stato al gay pride. In quell'occasione, gonfiava dei preservativi dietro all'inviato di turno e io, non sapendo nulla del personaggio, ho pensato che fosse stato assoldato per prendere in giro gli omosessuali! In effetti, temo che le sue azioni non siano sempre comprensibili a tutti. Poi ho avuto modo di conoscerlo meglio, anche grazie alla partecipazione che ha fatto al cd dei Raggi Fotonici.

Cosa pensi di lui?
Devo dire che lui sfrutta un mezzo che detesto. Infatti, utilizzo la televisione solo come schermo per vedere i film. Penso che sia stato molto abile ad imporsi, sfruttando un'idea che nessuno aveva avuto prima e per giunta per una causa importante come l'utilizzo del preservativo.

Cosa stai facendo attualmente?
Al momento, sono impegnata in un audio libro che uscirà a Natale e in cui leggerò dei brani erotici che ho scritto personalmente. Si tratta del mio dialogo con un uomo immaginario, a cui dico cosa voglio e quali sono i miei desideri sessuali.
Per il resto, sto facendo un mini corso di scrittura con due ragazze molto promettenti. Una si chiama Paola Pasquini e sta portando avanti una saga vampiresca ambientata in Italia. L'altra è Michela Scioli, che predilige invece una letteratura più minimalista e anticonvenzionale.

Quali sono le difficoltà del tuo lavoro di editor?
Nella correzione dei testi l'importante è rendere la scrittura più corretta e scorrevole. Gli errori più comuni (alcuni anche gravi) riguardano la costruzione della frase e a volte costringono a tagliare dei periodi interi, a causa di ripetizioni, cacofonie o allitterazioni. I consigli che posso dare ai giovani scrittori sono di mantenere la frase in limiti ristretti e di fare attenzione alla posizione del verbo e del soggetto, che non deve essere confuso con il complemento oggetto.
L'importante è capire che nulla deve disturbare il lettore, perché anche se non conosce esattamente le regole della scrittura, può perdere la voglia di continuare il libro. D'altronde, siamo abituati con gli autori anglosassoni, molto precisi e attenti a queste cose.

Come distinguere tra chi scrive materiale veramente valido o chi invece è un bluff?
Molti prodotti, presunti alternativi, vengono gonfiati da certi critici, che peraltro vengono foraggiati dai grandi editori o che in certi casi pubblicano proprio per la casa di cui devono recensire le opere. Alla fine, un certo pubblico compra il libro soltanto per metterlo in biblioteca. Per quanto mi riguarda, ho sempre lavorato con case editrici piccole per evitare di essere censurata, ovviamente facendo il doppio della fatica per vendere.

I tuoi libri hanno molti riferimenti cinematografici. Cosa ci puoi dire in proposito?
Nel cinema, mi rincuora la possibilità di uscire dagli schemi e di contaminare i generi. Mi sembra che questa tendenza sia apertamente riconosciuta e se vedo il successo di un regista come Tarantino, sono soddisfatta, anche perché mi convinco che ci sia un pubblico anche per le mie opere. Un libro come Belve, uscito prima in Francia che in Italia, rientra perfettamente in questo discorso.

Per saperne di più, potete visitare il sito ufficiale di Alda Teodorani









A cura di Gon

Copyright © byIl sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condomTutti i diritti riservati.

Pubblicato su: 2004-07-28 (3999 letture)

[ Indietro ]




Il sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condom
Gabriele Paolini (c)
Generazione pagina: 0.062 Secondi