Welcome to !

 Gabriele Paolini
- Paolini senza censure
- La Sessualità
    Paoliniana

- La famiglia
- Stelle in cielo
- Gli amici
- Dicono di lui

 Rubriche
- Gli scoop
- Le querele ricevute
- Le querele presentate
- La Lista Nera di Paolini
- Immagini Artistiche Paoliniane
- Fans e Fan Club

 Le battaglie

- Gli inquinamenti
- I nemici storici
- Rassegna stampa
- I numeri


14-07-2004 - La posta del condom




Madre Teresa di CalcuttaCome direbbe Aldo Biscardi, "puntata straordionaria" della posta del condom, con informazioni incredibili sul Papa, Madre Teresa di Calcutta ed Enrico Mentana. E la rivelazione sulle donne che hanno ammaliato il profeta...


Ma cosa pensa il Papa e cosa pensava Madre Teresa di te? (xfp10)

Per quanto riguarda Madre Teresa, è impossibile rispondere. Posso però dire che, quando andai a trovarla, una delle sue assistenti mi rivelò che la sua organizzazione mandava confezioni di preservativi in Africa, anche se preferivano non rendere pubblica la cosa.
Sul Papa, posso invece rivelare una cosa molto importante. Un giorno ebbi un incontro privato con Joaquin Navarro Valls, il portavoce del Vaticano, un professionista dalle qualità immense. Quel giorno andai a sfogarmi da lui, dicendogli che la mia famiglia si lamentava molto per il racconto del mio incontro con il Papa. Navarro Valls in un primo tempo mi fece notare che in effetti non stavo compiendo una bella azione nei confronti del pontefice, ma che sapeva per certo che il Santo Padre, quando mi vedeva compiere qualche gesto spettacolare e sacrilego, pregava per me.
Ora, molti penseranno che questa è una "paolinata" senza fondamento, ma posso dimostrarlo. Qualche anno fa, uscì un'agenzia dell'Agi in cui veniva rivelata questa notizia. Luigi Accattoli, il vaticanista del Corriere della Sera, chiese informazioni al portavoce del Vaticano, che, oltre a confermare la veridicità delle mie parole, disse anche che "ero un bravo ragazzo, solo un po' esibizionista".

Com'è il tuo rapporto con le donne? Sei sposato? Fidanzato? Single? Non si sa... Hai mai avuto rapporti senza preservativo, magari con una donna che conosci da tempo? (Andrea)

Devo dire che con le donne ho un approccio timoroso, perché mi mettono soggezione, cosa che magari non avviene con gli uomini. Ovviamente, non ho nulla contro le donne e per dimostrarlo vorrei parlare di due esponenti del gentil sesso che mi hanno lasciato una grande impressione.
Una è Eyleen Kerouac (ovviamente si tratta di uno pseudonimo), una giornalista che si inventò un paio di interviste con Sharon e Arafat che vennero riprese dai giornali di mezzo mondo. Di lei ricordò una bellissima giornata passata al laghetto dell'Eur il 7 ottobre del 2001, teneramente abbracciati. Probabilmente, fu la prima volta in cui rimasi per tanto tempo con una donna che non fosse una prostituta o una pornostar. La ragione è semplice: avevo trovato qualcuno molto simile a me, soprattutto per quanto riguarda il narcisismo.
Invece, la seconda donna che voglio citare è Rita, una dolcissima ragazza brasiliana di cui sono follemente innamorato e che è recentemente diventata la mia fidanzata. Non esagero se dico che, per la prima volta, con lei non si è trattato di un rapporto sessuale, ma che ho finalmente fatto l'amore.
Per quanto riguarda i preservativi, li ho sempre usati per i rapporti completi, molto meno per quelli orali. E comunque, ricordatevi una cosa: mai ingoiare il liquido seminale...

ciao lele, mi domandavo se avresti il coraggio di entrare con una videocamera nella redazione del tg4 a far sclerare quel lecca culo di Emilio Fede, e poi in quella del tg5 da quel balbuzziente di Enrico Mentana... perchè per mettersi dietro a una telecamera a sparare cazzate sono capaci tutti.. basta avere una faccia da culo! (Tina)

Come puoi leggere nel profilo che gli abbiamo dedicato o in uno storico articolo di Aldo Grasso, sono effettivamente andato nell'ufficio di Emilio Fede con una telecamera. In quell'occasione fu molto cordiale, anche perché aveva la speranza che terminassi di inquinare il suo telegiornale. Invece, dopo un mese e mezzo di pausa, ho ricominciato come se nulla fosse. Da allora, chissà perché, non mi invita più.
Non sono invece mai stato nella redazione del Tg5, ma ricordo con piacere un aneddoto che vede coinvolto Chicco Mentana. Un giorno mi trovavo dalle parti della Batteria Nomentana e stavo bevendo da una fontanella. All'improvviso, sento un urlo proveniente da una macchina. "Paoliniiii!!!", disse il passeggero della vettura, che subito mi diede una spinta e mi fece bagnare tutto. Indovinate un po' chi era il buontempone...

Nel tuo articolo sull'incontro con il papa nel 1995, non spieghi come hai fatto a farti fotografare... (Max)

Molto semplicemente, ho chiesto ad una ragazza che era lì di scattarmi una fotografia con la mia macchinetta, non appena fossi venuto in contatto con il Papa. Il problema è sorto successivamente, quando mi venne sequestrato l'apparecchio, che riottenni soltanto una settimana dopo (peraltro in perfette condizioni e ovviamente con il rullino intatto), grazie all'insistenza del mio avvocato dell'epoca, Rocchetti.

Ti volevo chiedere cosa ne pensi della scuola (Rodolfo)

Per quanto possa sembrare strano, ritengo che la scuola sia fondamentale. A chi ama lo studio e trova dei professori validi, non posso che consigliare di proseguire, andando poi all'università. Io, anche se non rimpiango di non aver preso il diploma, sono dispiaciuto di non aver sfruttato quel periodo per ampliare la mia cultura. Se fossi stato più interessato all'epoca alle materie trattate, non avrei dovuto colmare faticosamente in seguito tante lacune.
Quello che però non mi piaceva della scuola era il fatto che fosse basata troppo sui voti e non lasciasse spazio alle attività facoltative. Quando ero studente io, i miei insegnanti (in particolare quella di latino e greco, Antonietta Lamanna), osteggiavano apertamente gli appuntamenti cinematografici che organizzavo. Ora invece sindaci come Veltroni propongono di farla diventare una materia scolastica. Che io sia stato un precursore?

Mi è comunque sovvenuta una curiosità che spero tu mi possa togliere: con Frajese la causa l'hai lasciata perdere per ovvi motivi (e comunque complimenti ancora per la tua sensibilità e intelligenza, dimostri veramente di essere una persona di valore), ma con Magalli poi com'è andata a finire? Se ce lo avessi mandato in galera ci avresti fatto un regalo notevole...magari insieme a Fede! (Michele)

Dai, non esageriamo, Magalli la galera non se la meritava. Senza entrare troppo nel merito, posso dirti che c'è stato un patteggiamento, con un rimborso per le offese subite. Ovviamente, ho dato in beneficenza parte della somma ricevuta.









A cura di Gon

Copyright © byIl sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condomTutti i diritti riservati.

Pubblicato su: 2004-07-11 (3153 letture)

[ Indietro ]




Il sito ufficiale di Gabriele Paolini, il profeta del condom
Gabriele Paolini (c)
Generazione pagina: 0.044 Secondi